CoppoSolo1

Martino Coppo

Mandolino – Voce

Inizia a suonare la chitarra virtualmente all’età di 5 anni, su una racchetta da tennis, e più seriamente (anche se da autodidatta ) a 13 anni, ispirato dal suono acustico di Crosby, Stills, Nash & Young, The Byrds, Bob Dylan e Joni Mitchell.

Verso la fine degli anni ’70, affascinato dal suono di Sam Bush, David Grisman, John Hartford, Norman Blake e Tony Rice, dalla chitarra passa al mandolino, intraprendendo un viaggio musicale a ritroso verso le fonti del Bluegrass più tradizionale.

Nel 1981 entra a far parte della Red Wine, con la quale tuttora suona il mandolino e canta la voce solista, e inizia così a viaggiare intensamente in tutta Italia, Europa e, dalla metà degli anni ’90, negli Stati Uniti, con molte apparizioni a festival e locali di tutto il paese.

CONTINUA ...

Numerose le collaborazioni con artisti italiani e statunitensi quali Tony Trischka, Peter Rowan, Beppe Gambetta, Carlo Aonzo, Jim Hurst, Russ Barenberg, Mike Marshall, Kathy Kallick, Chris Jones, Kathy Chiavola, Barry & Holly Tashian, Roberto Dalla Vecchia, New Trolls, Vittorio De Scalzi, La Rosa Tatuata, e soprattutto con il chitarrista blues genovese Paolo Bonfanti, con il quale nel 2014 ha pubblicato il cd “Friend of a Friend”.

Intensa anche l’attività didattica: dal 2007 insegna mandolino bluegrass e folk al camp musicale estivo MinierAcustica presso Urbino; nel 2004 e 2005 ha insegnato chitarra al Guitar Workshop di Beppe Gambetta ad Ambroz in Slovenia, e abitualmente organizza seminari e lezioni private anche via skype. E’ altresì membro del Consiglio di EBMA (European Bluegrass Music Association), in qualità di responsabile del progetto European Bluegrass Pioneers & Personality, destinato a riconoscere e celebrare ogni anno le personalità che hanno maggiormente contribuito alla diffusione della musica Bluegrass in Europa.

Strumenti:

  • Gilchrist F5 mandolin 2001
  • Northfield F5 ‘Big Mon’ mandolin
  • Giacomel J5 mandola 2012
  • Giacomel J5 octave mandolin 2001

Galleria: